Potete provare con la musica classica, il jazz o, più semplicemente, ascoltare le vostre canzoni preferite e i brani che riescono a rilassarvi ed emozionarvi: durante la gravidanza la musica non deve mai mancare. In effetti, sono molti gli studi che hanno evidenziato come ascoltare musica durante la gestazione possa portare benefici sia alla mamma che al feto. Scopriamo perché.

Musica in gravidanza: perché fa bene?

Il bebè comincia a conoscere il mondo attraverso la pancia della mamma, che è un vero e proprio universo sonoro. Il feto nasce e cresce percependo le vibrazioni del corpo, un luogo tutt'altro che silenzioso: dal battito del cuore ai rumori dello stomaco, il feto è letteralmente accarezzato da queste vibrazioni materne che, una volta sviluppati i sensi, diventano suoni. Basti pensare che la voce della mamma, anche durante la gravidanza, ha un effetto calmante sul bebè.

Il feto, insomma, percepisce tutto: gioia e tristezza, ansia e felicità, rilassamento e agitazione. Ne consegue che la musica può giocare un ruolo importante nella vita del bebè, fin dentro il pancione.

I benefici per la mamma e il bebè

I benefici derivanti dall'ascoltare musica in gravidanza sono molteplici. Come abbiamo visto poche righe fa, ascoltare musica può far rilassare il bebè, a patto che l'ascolto abbia lo stesso effetto sulla mamma.

Ma non finisce qui: musica e melodie, infatti, favoriscono altresì l'apprendimento prenatale e lo sviluppo del cervello del nascituro, agevolando la creazione di quelle connessioni neuronali che saranno poi fondamentali per stimolare l'apprendimento.

La musica ha inoltre un potere calmante e contribuisce a rafforzare il bonding, ovvero il legame (o attaccamento) tra mamma e bambino. Proprio per questo motivo, la futura mamma può cantare una ninna nanna al piccolo quando è ancora nella pancia, riproponendogliela poi una volta nato: uno studio afferma che il bebè riconosce la canzone, reagendo ad essa tranquillizzandosi.

Quale musica ascoltare in gravidanza?

Molti studi affermano che in gravidanza sia necessario ascoltare la musica classica, soprattutto Mozart, il cui "potere" sarebbe quello di stimolare maggiormente lo sviluppo neuronale del feto. Il nostro consiglio per le mamme, tuttavia, è quello di non auto-imporsi generi musicali che non piacciono. Fare cose controvoglia, infatti, genera noia, ansia e frustrazione, sensazioni che il feto avverte all'interno del pancione.

Quando si parla di musica in gravidanza, quindi, si parla di musica capace di emozionare la mamma, di canzoni che lasciano dietro di sé sensazioni positive: sono questi i brani che fanno (e  faranno) bene al vostro piccolo.

Perché non dar vita, quindi, a una vera e propria playlist di brani preferiti? Le canzoni scelte potranno accompagnarvi durante tutti i mesi della gravidanza e, se lo desiderate, potranno essere un dolce benvenuto nel mondo per il vostro bambino, durante i suoi primi mesi di vita. Le sensazioni piacevoli non si dimenticano, neanche se ne abbiamo fatto esperienza all'interno della pancia della mamma.