Spedizione gratuita a partire da €50 di acquisto

D’altro canto, però, prima di precipitarti sul vasetto di maionese fatta in casa, considera che, esattamente come durante la gravidanza, rimani ancora la fonte primaria di nutrimento per il tuo bambino.

 

Per questo motivo, durante l’allattamento è consigliabile seguire una dieta sana ed equilibrata, basata sul consumo di 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, alimenti amidacei come il pane integrale, proteine ​​contenute in carne magra e legumi, latticini come latte, formaggio e yogurt. 

Senza dimenticare il consumo di alimenti ricchi di fibre, un valido aiuto per favorire il transito intestinale che, soprattutto durante l’allattamento, per molte donne risulta rallentato.

 

Ecco quindi alcuni accorgimenti utili per l’alimentazione in gravidanza.

 

1. Bevi molti liquidi 

Bere acqua, latte e succhi di frutta senza zucchero è molto importante per garantire al tuo organismo una corretta idratazione. Cerca invece di evitare o limitare a soli due bicchieri a settimana gli alcolici: l'alcol, infatti, passa attraverso il latte in piccole quantità, motivo per cui è ragionevole bere poco. 

 

2. Fai il pieno di Vitamina D

La vitamina D è essenziale ad un bambino in fase di crescita, poiché è fondamentale per assorbire e fissare il calcio nelle ossa e quindi rinforzare lo scheletro. Oltre ad esporsi costantemente alla luce solare, fonte primaria di questo prezioso nutriente, per ottenere un livello sufficiente di vitamina D è consigliabile non farsi mancare nella dieta pesci come aringa, tonno, pesce spada, trota e salmone, gli oli di pesce e il tuorlo dell’uovo.

 

3. Consuma le spezie con attenzione

Alimenti dal sapore molto forte come aglio, cipolla e curry possono cambiare il gusto del latte materno, un fattore che può influenzare (oppure no) l’attaccamento del tuo bambino al seno. Anche cibi come cavoli e cavolfiori, agrumi e derivati del grano possono infastidire il tuo bambino: per essere certa che non provochino alcun effetto, dopo averli consumati osserva attentamente se si presentano nel pargoletto coliche o disturbi di altro genere. 

 

4. Limita la caffeina

Bevande contenti caffeina, come caffè, tè e cola, possono tenere sveglio il tuo bambino e causargli nervosismo o irrequietezza. È consigliabile quindi limitare il consumo di questo tipo di bevande.

 

5. Via libera alle erbe

Il consumo di tisane contenenti galega, finocchio, anice, cumino e ortica, possono risultare utili per incrementare la produzione di latte così come per tranquillizzare o calmare le coliche del tuo bambino.

 

Prima di utilizzare qualsiasi erba officinale, però, è indispensabile consultare il medico.