Tra i temi che più infervorano l'opinione pubblica in questi ultimi anni c'è senza dubbio quello della sostenibilità ambientale. Dal movimento Fridays for future alle lotte di Greta Thunberg, l'ecologia è oggi un argomento sulla bocca di tutti. Il pianeta soffre e tutti devono fare la loro parte per garantire un ambiente salubre e, sopratutto, vivibile. E se gli adulti possono lottare per il cambiamento, i bambini possono essere educati alla sostenibilità ambientale: ma come?

 

Sono molti i modi in cui si può insegnare ai piccoli di casa l'ecologia. Quest'ultima, infatti, tocca diversi ambiti: dal riciclo alla lotta agli sprechi, dalle abitudini alimentari alla mobilità e al risparmio energetico, andiamo a capire come aiutare i nostri bambini ad amare l'ambiente e, soprattutto, a rispettarlo.

 

Insegnare la sostenibilità ai bambini: lotta agli sprechi (energetici e non)

La società occidentale non conosce carestie: dal cibo all'energia, ogni risorsa è sempre disponibile. Il rovescio della medaglia sta negli sprechi: utilizziamo più di quanto realmente ci serve, creando un corto circuito in cui, a pagarne le spese, è proprio l'ambiente. Non sprecare significa utilizzare solo ciò che ci serve riscoprendo, allo stesso tempo, la bellezza dell’essenzialità: e allora insegniamo ai bambini a spegnere la luce nelle stanze in cui la luce non serve, facciamogli capire che chiudere l'acqua mentre ci laviamo i denti è un gesto bellissimo e virtuoso, così come non rimanere sotto la doccia per troppo tempo. Insegniamo loro ad avere la giusta quantità di vestiti, di giocattoli o di apparecchi elettronici, senza strafare. Soddisfare i propri bisogni senza compromettere il futuro è, infatti, la chiave della sostenibilità ambientale.

 

Insegnare ai bambini il riuso e il riciclo

Essere sostenibili significa anche produrre meno rifiuti. Parola chiave del concetto è senza dubbio il consumo responsabile, che deve portarci a scegliere prima di tutto alimenti freschi, sfusii e privi di imballaggi e, in secondo luogo, a smaltire correttamente i rifiuti.

E allora portate i bambini con voi a fare la spesa e fate loro comprendere perché comprare le zucchine sfuse sia, per esempio, più sostenibile che comprare una confezione di zucchine imballata con plastica e polistirolo. O perché scegliere una saponetta solida piuttosto che un sapone liquido possa giovare all'ambiente. Una volta a casa, poi, insegnate loro a differenziare i rifiuti, magari utilizzando dei bidoni della spazzatura colorati, cosicché i bimbi possano riconoscere in autonomia dove buttare ciascun rifiuto. 

Provate, inoltre, a dare nuova vita agli oggetti da buttare: utilizzateli per dei lavoretti in casa e create nuove cose. Sarà anche un modo per favorire la fantasia e la creatività dei bimbi.

 

Bambini e mobilità sostenibile

Salvare il pianeta significa anche contribuire a diminuire i gas di scarico provenienti dall'uso delle automobili. I gas di scarico, infatti, contribuiscono a rendere l'aria cittadina (e non) satura di smog e polveri sottili, aumentando così l'incidenza di malattie a carico del sistema respiratorio. Rendere le città un luogo salubre, quindi, deve essere una priorità: riscoprite coi vostri bambini le passeggiate a piedi o i giri in bicicletta e, quando dovrete portarli a scuola, lasciate per una volta l'auto a casa prediligendo una bella camminata o - se vivete in città - l'uso dei mezzi pubblici. Passerete più tempo di qualità coi vostri piccoli e, contemporaneamente, contribuirete a ridurre le emissioni dei gas di scarico.

 

Bambini a tavola: alimentazione e sostenibilità ambientale

La sostenibilità ambientale passa anche dal cibo che portiamo in tavola. La società occidentale consuma più cibo di quello che dovrebbe: mangiare il giusto, senza strafare, è una delle prime armi che abbiamo a disposizione per essere più sostenibili e diminuire il nostro impatto sull'ambiente. Anche ridurre il consumo di carne e latticini è un ottimo modo per gravare meno sulla salute del pianeta. Forse non tutti sanno che gli allevamenti intensivi consumano molte risorse: dai campi coltivati a mangime, all'enorme dispendio idrico necessario al ciclo di vita degli animali, consumare meno prodotti animali significa contribuire a rendere più salubre la Terra, salvaguardandone le limitate risorse.

E allora insegnate ai vostri bambini a consumare cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, magari scegliendo tra gli alimenti di stagione e a filiera corta (che quindi inquinano meno per i ridotti mezzi di trasporto utilizzati), limitate il consumo degli alimenti confezionati, i cui imballaggi sono altamente inquinanti.

 

Insomma, la sostenibilità ambientale passa dai piccoli gesti e, soprattutto, dalla consapevolezza che ogni nostra azione ha un impatto sul pianeta. Insegnarlo ai bambini permetterà loro di comprendere quanto vivere su un pianeta in salute sia fondamentale ai fini della vita stessa.