Non che la nebbia e il freddo non mi piacciano, anzi, mi da una buona scusa per stare in casa a spararmi un episodio dietro l'altro delle mie serie tv preferite, a fare acquisti inutili su internet o a costruire armi di distruzione di massa con i lego (sicuramente hanno distrutto i miei piedi scalzi e incauti) ma al 30esimo virus e alla duecentesima visione di kung fu Panda qualunque sistema nervoso mostrerebbe segni di cedimento...

Ma per fortuna la primavera alla fine arriva e finalmente possiamo ricominciare a scoprire che esiste anche un mondo esterno! Un mondo tutto da esplorare, pieno di cose da fare soprattutto con i bambini.

E' incredibile notare come uno stesso bambino, in casa circondato da milioni di giocattoli e infinite possibilità di svago, finisca spesso con l'annoiarsi e diventare incontenibile mentre all'esterno, con a disposizione nient'altro che ciò che offre la natura e lo spazio che lo circonda, riesca sempre a trovare un modo per divertirsi!

Volendo però, possiamo indirizzarli anche noi verso qualcosa di specifico e di attività da fare all'aria aperta con i bambini ce ne sono davvero tantissime. Ecco qui qualche idea:

1) Rispolverate i giochi di una volta:

A noi sembrano "giochi vecchi" ma per i nostri figli sono le ultime novità: nascondino, acchiapparella, campana, ruba bandiera, palla avvelenata, saltare la corda, girotondo, 1,2,3, stella, strega comanda colore... e chi più ne ha più ne metta!

Il bello di questi giochi è che la maggior parte non ha bisogno di nessun oggetto o accessorio a parte il proprio corpo, ma ce ne sono talmente tanti tra cui variare che è difficile non trovare qualcosa che piaccia a tutti.

2) Organizzare delle cacce fotografiche

La caccia non mi piace, ma la caccia fotografica sì! Ed è un'attività che piace molto anche ai bambini. Basta che siano abbastanza grandi da riuscire a premere il pulsante di scatto e si può partire per la caccia. Di cosa? Lo decidete voi, scegliendo di volta in volta un soggetto diverso a seconda della destinazione: insetti, fiori, piccioni, gatti, biciclette... Sarà divertente esplorare il parco o la città in cerca del protagonista del tema e poi a casa, si guardano insieme le foto scattate e dopo averle stampate si può allestire una piccola mostra casalinga con i lavori di tutti i partecipanti.

E' anche un modo per far capire come una stessa cosa venga vista e fotografata da ognuno in modo diverso. 

3) Piantare qualcosa

Se avete un giardino, ma può bastare anche un balcone, è il momento giusto per giocare ai giardinieri! Potete piantare dei semi e vedere i germogli nascere dal nulla oppure comprare una piantina già cresciuta e lasciare che siano i bambini a prendersene cura (dopo aver spiegato loro come fare)...e questo si può fare anche in appartamento. 

4) Dipingete all'esterno

Spesso ci si ritrova a mettere dei limiti all'estro artistico dei bambini per paura dei (quasi matematicamente certi) disastri che provocherebbero in giro per la casa, in cui il muro di solito ha sempre la peggio.

E allora perché non approfittare del bel tempo per organizzare un pomeriggio artistico fuori? In questo modo i bambini potranno dipingere e sperimentare con i colori quanto vorranno, anche senza la nostra supervisione, rischiando di sporcare al massimo loro stessi. Chi ha un giardino è fortunato, perché può sfruttare quello spazio quando vuole, ma un'alternativa ancora più bella è quella di andare in un bel parco, nel bosco oppure vicino al mare! Oltre a minimizzare il pericolo macchie, è un'occasione preziosa per provare a dipingere un paesaggio dal vivo e farsi ispirare dalla natura.

5) Create qualcosa usando i materiali naturali

Un mandala nel bosco formato da foglie, legno e sassi.

Una collana di fiori o di conchiglie

Una corona di foglie d'alloro

Una casetta in miniatura costruita con bastoncini e foglie

Con un po' di fantasia, tutto può diventare tutto.

6) Giocate con l'acqua

Il caldo è l'occasione giusta per divertirsi finalmente un po' con l'acqua. Non abbiate paura, non c'è rischio di sciogliersi e scatenatevi con gavettoni, pistole ad acqua, tubi di gomma e piscine gonfiabili.

Non perdetevi nemmeno gli acquazzoni! Io adoravo e adoro ancora adesso trovarmi sotto la pioggia. Ovviamente, evitate se avete in programma di uscire a breve :D

Se l'idea di giocare sotto la pioggia non vi piace, potete sempre recuperare il divertimento una volta finito l'acquazzone, andando a saltare nelle pozzanghere dopo esservi equipaggiati a dovere con gli indispensabili stivaletti di gomma.

7) Fate delle cacce al tesoro

Su un foglio fate una lista di oggetti/materiali che è possibile trovare all'esterno (nel posto in cui siete), datela ai bambini insieme ad un sacchetto e chiedete loro di portarvi quanti più materiali presenti sulla lista riusciranno a trovare.

Qualche esempio di cose da scrivere sulla lista: un tappo di bottiglia, una margherita, una ghianda, un oggetto rosso, un sasso con le striature, 5 diversi tipi di foglie, un pezzo di corteccia, una bacca…. 

8) Fate un picnic

Chissà perché, ma il cibo se mangiato durante un picnic è più buono! Ed è ancora più buono se il picnic avviene dopo una bella e stancante passeggiata :)

Questa è un'attività che piacerà sicuramente a tutti e il divertimento sarà ancora maggiore se preparerete insieme ai bambini il contenuto del cestino. 

9) Visitate una fattoria didattica

I bambini sono naturalmente attratti dagli animali, non a caso una delle primissime cose che imparano, sono i versi che fanno.

Le fattorie didattiche sono meglio degli zoo, perché danno ai bambini la possibilità di interagire realmente con gli animali e magari di superare qualche paura, nel caso l’avessero.

10) Fate volare un aquilone

Basta trovare il posto giusto, abbastanza spazioso e ventilato, ed il gioco è fatto.

Non vi so dire per quale motivo vedere un aquilone volare sia divertente, ma lo è. Mio figlio, la prima volta che si è riuscito, si è gasato tantissimo :D

E' un gioco senza tempo!

Spero di avervi dato (o fatto tornare in mente) qualche bella idea :) A me a questo punto non mi resta che augurarvi buon divertimento!