Come preparare vostro figlio ad accogliere il futuro bebè ?

Psicologa

Psicologa

Consigli degli esperti

Come preparare vostro figlio ad accogliere il futuro bebè ?

Quando si è in procinto di diventare di nuovo mamma, le domande si moltiplicano. La famiglia dovrà trovare un nuovo equilibrio per accogliere il bebè e preparare il bambino al suo nuovo ruolo di fratello o sorella maggiore. Non è sempre facile, confidate nel vostro istinto materno e fatevi aiutare con qualche consiglio per creare le fondamenta di una nuova famiglia.

Innanzitutto state tranquille sulla vostra capacità di volergli bene

La prima gravidanza è vissuta in modo diverso rispetto alla successive. È una scoperta che la mamma vive molto intensamente, è molto attenta allo sviluppo del bambino, ai cambiamenti del suo corpo e si informa su tutti i corsi di preparazione al parto.

La seconda gravidanza, invece, è affrontata con più leggerezza. Anche se ogni gravidanza è unica, a grandi linee la mamma è già preparata ad affrontare le gioie e i dolori della gravidanza. Questo non vuol dire che deve trascurare la sua salute ma l’affronta con più serenità. Nonostante questo, certe mamme sono preoccupate sulla loro capacità di volere bene al secondo bebè come al primo e dedicare il tempo necessario ad entrambi. Tutto questo è normale, ma per creare in armonia toglietevi tutti questi dubbi: ogni mamma ama allo stesso modo i suoi bimbi! Prima riuscirete ad organizzare la vostra nuova famiglia, prima le vostre ansie scompariranno!

Diteglielo subito, in modo semplice

É generalmente consigliato ai futuri genitori di aspettare la fine del primo trimestre per annunciare l’arrivo dei un fratellino o di una sorellina al vostro bambino. A volte, i bambini sono molto intuitivi e sensibile ai cambiamenti, anche piccoli, vicino a loro.

Vedere la mamma stanca e con la nausea può spaventare il bambino. In questi casi è meglio anticipare un po’ l’annuncio della nuova gravidanza. Se aspettate troppo a dirglielo c’è il rischio, che sentendo delle vostre conversazioni, non si senta partecipe della vostra felicità.

In che modo dirglielo?Nel modo più semplice possibile, senza troppi giri di parola. Ditegli che siete felici di annunciargli che presto avrà un fratellino o una sorellina. Precisate bene che dovrà aspettare qualche mese…associate i mesi che manco alla nascita con un’immagine, per i bimbi il tempo è astratto.

Non anticipate le sue reazioni, ma rassicuratelo

Ognuno reagisce alla sua maniera agli eventi, anche se felici. I grandi, come i piccoli…

Può essere che il vostro bambino apprenda la notizia con distacco in questi casi, è meglio lasciarlo tranquillo senza fargli pressione. Quando sarà pronto manifesterà i suoi sentimenti, in quel momento sia che sia felice, arrabbiato o inquieto, bisognerà ascoltarlo e rassicurarlo che il vostro amore per lui non cambierà mai.

Aiutatelo a prendere coscienza sulla gravidanza

Un bebè che cresce dentro di voi è un concetto difficile da far capire ad un bambino piccolo. Per rassicurarlo, è fondamentale aiutarlo a prendere coscienza di ciò…ci sono molti modi per raccontare la gravidanza e nulla vi vieta di inventarne uno vostro!

Raccontategli la sua storia fogliando l’album delle fotodi voi con il pancione mentre aspettavate lui fino ad oggi: questo approccio attirerà sicuramente la sua curiosità. Potete fargli sentire i primi movimenti del futuro bebè, in questo modo capirà prima la situazione e si sentirà prima il fratello maggiore. Rendetelo sempre partecipe dei preparativi, dalla scelta del colore della cameretta fino ai vestitini.

Attenzione a non esagerare :prepararlo non vuol dire ossessionarlo. Fate che sia lui a farvi le domande piuttosto che voi a chiedergli qualcosa. Aspettando che lui prenda coscienza di ciò, non dimenticatevi di rassicurarlo sull’amore che voi e il suo papà avete per lui.

Trovate insieme delle nuove attività

Più passano i mesi, più vi sentite stanche e diventa difficile far fare l’areoplanino a vostro figlio o tenerlo in braccio per ore. Per questi giochi ci sarà il papà che sarà felice di farlo divertire e in questo modo la loro complicità cresce. Quanto a voi mamme, continuate a giocare con lui ma in modo differente.

Dovete stare con il vostro bambino e dimostrargli i vostro amore. È arrivato il momento, per il vostro bimbo, di diventare autonomo ( rimettere a posto i giocattoli, imparare a vestirsi da solo) e per entrambi rappresenta una splendida occasione per riscoprire insieme nuove attività e nuovi giochi. Il vostro bimbo, capisce che la sua mamma è stanca e per lui guardare un film insieme, leggere un libri, fare il pisolino insieme o fare una torta rappresentano dei momenti speciali.

Il vostro bambino è tranquillo e sereno, sa che lo amate e si sentirà pronto a prendere le responsabilità che spettano al fratello o alla sorella maggiore. Sarà più propenso a condividere i suoi giochi con il futuro bebè e a rivoluzionare la sua cameretta…

Una volta nato, state attente alle presentazioni

Nonostante tutte le precauzioni, per un bambino piccolo immaginare il ruolo di fratello o sorella maggiore e vederlo concretamente realizzato è una tappa importante e delicata. Il primo incontro deve essere fatto nel rispetto dell’intimità tra fratelli.

In ospedale, fategli fare la vedetta. Sicuramente la vostra stanza sarà invasa dai parenti, amici e l’attenzione è focalizzata sul bebè. Questo però non deve offuscare il bambino e rovinare il primo contatto tra lui e il fratellino o sorellina.
I bambini hanno bisogno di scoprirsi in tutta tranquillità e se il vostro bambino fa l’indifferente rispettate il suo silenzio e i suoi tempi.

Fatelo giocare con il bebè,oppure, senza insistere, fatelo partecipare al momento del bagnetto e chiedetegli se vuole tenerlo in braccio. Il primo contatto corporeo è stimolate per coloro che sono più timidi e distaccati.

Tornati a casa, siate rigidi ma nello stesso tempo siate tenere

Il ritorno a casa segna per vostro figlio, come per i genitori, l’inizio di una nuova vita. Può capitare che all’inizio la reazione del vostro bambino non era quella che vi aspettavate. La complicità tra fratelli ha bisogno di un po’ di tempo per crearsi e non deve mai essere sforzata.

Niente critiche, niente pressioni verso il vostro bambinoal contrario dovete rassicurarlo e stragli vicino. È importante rispettare le sue abitudini, pasti, bagnetto, i giochi con la mamma e il papà, in questo modo accetterà con entusiasmo la presenza del suo nuovo compagno di giochi! Siate rigidi sulle regole, per evitare violenza fisica e verbale verso il nuovo arrivata. In questo modo, vostro figlio capirà i suoi limiti e proteggerà il bebè.

Ricordategli sempre che il fratellino o la sorellina sono delicati, come lo era lui quando è nato. Non dimenticate mai di parlare ai parenti e amici dei progressi di vostro figlio, non parlate solo del nuovo bebè. Essere messo sullo stesso piano non può che aiutarlo a sentirsi grande.

 

Invia