#Tipi di pelle

Quella fastidiosa crosticina sulla testa

#Tipi di pelle
Quella fastidiosa crosticina sulla testa
crosta lattea
La si immagina liscia e morbida e invece spesso la testolina del neonato riserva qualche imperfezione: si tratta della crosta lattea, proviamo a scoprirla insieme.

Cos’è la crosta lattea?

La crosta lattea è una forma di “dermatite seborroica infantile”. Si manifesta con piccole croste o squame giallognole e untuose sulla testa del bambino, ma può estendersi anche a fronte, sopracciglia, zona dietro le orecchie, naso. Le squame sono ben aderenti alla cute. Le croste hanno un aspetto untuoso ed il loro colore tende a scurirsi verso il marrone con il passare dei giorni. Ma si chiama “lattea” perché è dovuta al latte? non esiste alcuno dato che dimostri una correlazione della crosta lattea con il latte e totalmente priva di senso è la dieta alimentare imposta alle mamme che allattano.

Si può manifestare fin dalle prime settimane di vita fino al quarto-sesto mese. Successivamente tende a scomparire spontaneamente. È dovuta ad un aumento di secrezione da parte delle ghiandole sebacee e nella maggior parte dei casi è una condizione idiopatica, cioè non legata ad alcuna causa specifica. Tra le possibili cause che sono state proposte per spiegare l’origine di questa condizione ci sono:

- presenza degli ormoni materni (androgeni) all'interno dell'organismo del bambino;

- immaturità del processo di rigenerazione della cute;

- anomalo comportamento di un fungo normalmente presente sulla pelle: Malassezia furfur

Cosa non è la crosta lattea?

- NON è un problema di salute: è solo un problema estetico

- NON è legata all’allattamento materno: mamma continua ad allattare e non instaurare diete particolari!

- NON è contagiosa: posso accarezzare la testolina del bebè!

Cosa fare in caso di crosta lattea (e cosa non fare)?

Se il bimbo ha la crosta lattea e il problema inizia a diventare fastidioso possono essere messi in atto dei semplici rimedi poco invasivi:

- Mantenere la testa ben pulita, lavando i capelli (se presenti) o la testa del bambino ogni due giorni con un detergente delicato a base oleosa o contenente sostanze emollienti.

- Dopo il lavaggio ammorbidire ulteriormente le croste con un batuffolo di cotone o una compressa di garza imbevuti di olio d'oliva o olio di mandorla.

- Rimuovere le squame già distaccate con un pettinino o una spazzola per bambini.

È molto importante ricordarsi che non bisogna invece ‘grattare’ le crosticine con il pettinino o con le dita, perché la cute potrebbe irritarsi. La crosta lattea è comunque un problema che, salvo rare eccezione, si autolimita e nei primi mesi scomparirà spontaneamente: un po’ di pazienza e anche la testolina tornerà liscia e morbida!

 

salvagente italiaDott.ssa Valentina Decimi – Salvagente Italia  

Salvagente Italia è un’Associazione di Promozione Sociale nata nel 2013 dall’impegno di Mirko Damasco, Filippo Castelli e Silvia Riboldi con lo scopo di diffondere la cultura del Primo Soccorso in Italia grazie a corsi ed eventi accessibili a tutti. Scopri di più