Quando lasciare un neonato a dormire dai nonni?

Decidere quando lasciare il tuo bambino a dormire fuori casa, è una questione di scelte strettamente personali.

Con un piccolo accorgimento: se nutri il tuo piccolo con latte artificiale, potrai lasciarlo dormire fuori casa non appena ti sentirai pronta a farlo. Ma se stai allattando al seno, è importante aspettare che il bambino si abitui a questa modalità di nutrizione, quindi non prima delle 3-4 settimane di vita. Trascorso questo termine, potrai usare un tiralatte e affidare il pargoletto (insieme ai biberon) alla persona fidata prescelta.

 

1. Con chi lasciare il bambino?

Meglio tuo figlio conosce la persona a cui viene affidato, più liscia trascorrerà la sua notte fuori casa. La nonna, la zia o una persona che frequenta abitualmente casa tua, quindi, sono sempre più indicate rispetto ad una babysitter mai vista prima. 

Quando sarai pronta a lasciare il tuo piccolo per la notte, poi, cerca di convincere la persona che se ne occuperà a dormire a casa tua: un ambiente familiare, farà sentire il tuo bambino più al sicuro anche durante la tua assenza.

 

2. Comunica abitudini e orari del bambino

Lasciare delle indicazioni su abitudini, attività gradite (e sgradite) e orari del bambino è sicuramente una mossa intelligente: rimanendo nella sua routine, infatti, il pargoletto sarà meno stressato. D’altro canto, ricorda che non è la fine del mondo se la nonna o la zia “affidatarie” fanno le cose diversamente da come le fai tu.

 

3. Programma un week-end prima dei 9 mesi 

Anche se tra i 4 e i 9 mesi, il tuo bambino potrebbe non essere ancora perfettamente abituato all'allattamento al seno e svegliarsi molto di notte, aspettando troppo a lungo potresti incorrere in una nuova serie di problemi. L'ansia da separazione, infatti, inizia ad aumentare tra i 9 e i 15 mesi, quindi se hai in programma con il tuo partner un week-end di riposo, meglio programmarlo prima di questa fase.

 

4. Non fuggire di soppiatto

Se il tuo bambino ha 9 mesi o più, invece che cercare di fuggire di soppiatto sarebbe meglio spiegare al tuo bambino che stai andando via solo per un po’ di tempo, un espediente utile anche per alleviare la tua ansia da separazione. 

Quindi crea dei momenti per rimanere in contatto col tuo pargoletto mentre non ci sei: basta anche solamente sentire la tua voce al telefono o attraverso una videochiamata.

 

5. No al senso di colpa

Non rimuginare sul fatto che stai andando via, ma piuttosto ricorda che staccare la spina per un paio di giorni potrà esserti utile per ricaricare le batterie e renderti più calma e rilassata. Ma se il pensiero di lasciare il tuo bambino per andare via ti fa sentire troppo ansiosa, meglio propendere per un week-end ristoratore da godersi nella tranquillità di casa tua (e non così lontana dal tuo piccolo). 

 

Articoli che ti potrebbero piacere

Immagine
advice campagne ville mini
VITA QUOTIDIANA

Bambini e animali

Il neonato e gli animali domestici

Immagine
advice zones irr mini
IL MIO BAMBINO

Salute

Ittero neonatale: di cosa si tratta

IL MIO BAMBINO

Le fasi della crescita

I grandi benefici del massaggio neonatale