#Rituali e cura del bambino

Il cambio pannolino

#Rituali e cura del bambino
Il cambio pannolino
cambio pannolino
È un momento così frequente e spesso caratterizzato da pianti inconsolabili da mettere a dura prova i genitori, da creare una vera "ansia prestazionale". Per altri bambini al contrario diventa un momento di calma e piacevolezza.

È proprio per questo che alcuni genitori sfruttano il fasciatoio e il cambio pannolino nelle fasi "critiche" del bambino nella giornata.

Quello che bisogna sapere è il anche il momento del cambio pannolino è un'importante stimolazione sensoriale per il bambino: viene adagiato sul fasciatoio, viene svestito, sente freddo, viene lavato, asciugato, alzato e rimesso un altro pannolino e rivestito.

Vi sembra poco?

Magari mentre è in fase "ho fame", "ho sonno", "ho bisogno di coccole", "devo digerire"....

Insomma, è come se appena finito di mangiare, mentre stiamo per sederci a tavola, mentre stiamo per addormentarci... venissimo messi noi in doccia!

È davvero importante, quando è possibile, dedicare tempo e attenzione a questo cambio.

Ripeti come un mantra: "Calma, è un momento importante e devo farlo con tranquillità e attenzione"; non farti emozionare dal pianto, distaccati dalla tensione e agisci con tranquillità, sapendo che con la pratica che farai sarà sempre più veloce.

Ecco qualche consiglio pratico per gestire questa fase senza ansia:

1- Scegli un luogo caldo, confortevole, comodo e cerca di avere tutto a portata di mano

2- Fai attenzione alle luci della stanza, non accendere luci direzionate proprio negli occhi del bambino

3- Usa pannolini e prodotti adatti alla pelle del tuo bambino per aiutarlo nel caso di irritazione e arrossamento

4- Lava bene le tue mani prima di procedere

5- Slaccia il pannolino sporco, chiudilo e lascialo sotto, così da non sporcare ogni volta il telino sotto (la lavatrice ti ringrazierà)

6- Prendilo in sicurezza e lavalo sotto acqua corrente, capendo nel tempo la temperatura più adatta al tuo bambino, seguendo la regola "dall'alto al basso” o “da davanti a dietro" soprattutto per le bambine

7- Utilizza acqua e detergenti delicati e specifici per la pelle del bambino

8- Adagia il bambino sul fasciatoio con delicatezza, guardalo negli occhi per tranquillizzarlo, coccolalo se serve e prenditi tempo per asciugare con cura tutte la zona, tamponando con un asciugamano morbido, per evitare irritazioni e arrossamenti; in questo caso devi utilizzare un prodotto lenitivo specifico per la sua pelle

9- Rimetti il pannolino pulito, chiudendolo con attenzione, aprendo le ali della coscia lasciando scoperto la zona del cordone ombelicale quando ancora attaccato il moncone o comunque finché non è ben asciutto (fai un risvolto) e nel caso di un maschietto posiziona verso il basso il pene

10- Getta il pannolino sporco e lava le mani

Mi raccomando, non lasciare mai solo il bambino per evitare le cadute dal fasciatoio!

 

Quando cambiare il pannolino?

Anche questa domanda genera molti dubbi nei genitori, ma la risposta è semplice: ogni volta che ne ha bisogno. Questo significa non lasciare il bambino sporco, quindi ogni volta che il pannolino è pieno o con maggior frequenza se il bambino ha arrossamenti e irritazioni. Con il tempo e la pratica sarà tutto più semplice.

 

ostetrica

Daniela Pergola

“Non solo un'ostetrica, accompagno donne, coppie, bambini a trovare la loro strada e a compiere le scelte migliori”.

Scopri di più