Bambini e tecnologia: come comportarsi

In occasione del 74° Congresso Italiano di Pediatria svoltosi a Roma, la Società Italiana di Pediatria (SIP) ha presentato un documento, pubblicato sulla rivista Italian Journal of Pediatrics, per guidare genitori e figli all’uso corretto delle nuove tecnologie.

In Italia, infatti, il 30% dei genitori usa lo smartphone per distrare o calmare i bambini già durante il primo anno di vita, il 70% dal secondo anno. 

Per questo motivo, un utilizzo corretto e consapevole dei device è indispensabile per tutelare la salute di tutta la famiglia.

 

Queste, quindi, le indicazioni fornite dalla SIP:

 

- No a smartphone e tablet prima dei due anni, durante i pasti e prima di andare a dormire. 

 

- Limitare l’uso a massimo 1 ora al giorno nei bambini di età compresa tra i 2 e i 5 anni e al massimo 2 ore al giorno per quelli di età compresa tra i 5 e gli 8 anni. 

 

- No a programmi con contenuti violenti. E soprattutto all’uso di telefonini e tablet per calmare o distrarre i bambini. 

 

- No al cellulare “pacificatore”. Sì, invece, all’utilizzazione di applicazioni di qualità da usare insieme ai genitori. 

 

I bambini stanno crescendo in un mondo digitale, e i genitori giocano un ruolo importante nell'insegnare loro come utilizzare la tecnologia in modo sicuro.

 

Per questo è importante che mamma e papà monitorino attentamente l’utilizzo dei device ed i contenuti e le app di cui i bambini usufruiscono. E a loro volta limitino l’utilizzo di smartphone e tablet.

 

Per creare una connessione forte con il proprio bambino, infatti, è indispensabile interagire direttamente con lui, parlargli, abbracciarlo e giocarci insieme.

 

 

Articoli che ti potrebbero piacere

Immagine
advice regle or mini
VITA QUOTIDIANA

Bambini e tecnologia

Bambini: TV e dispositivi tecnologici

Immagine
advice regle or mini
VITA QUOTIDIANA

Bambini e tecnologia

Bambini e tecnologia: pro e contro