5 posizioni per l’allattamento al seno

L'allattamento al seno richiede pratica, per cui non preoccuparti se inizialmente ti senti un po’ impacciata: con un po’ pazienza (e coordinazione) imparerai ad attaccare al seno e nutrire il tuo bambino nella posizione più comoda possibile per entrambi!

Innanzitutto ricorda che non c’è una “posizione giusta”: qualunque delle seguenti potrebbe rivelarsi la più (o meno) adatta per te e per il tuo piccolo. 

 

Ecco quindi le 5 posizioni per l’allattamento più tradizionali!

 

- La posizione reclinata (o del biological nurturing

Sistemati in posizione semi-sdraiata su di un divano comodo o sul letto, utilizzando l’ausilio di cuscini da sistemare dietro schiena, collo e spalle. Quindi, quando ti senti a tuo agio, posiziona il bambino a pancia in giù sul tuo ventre, in modo che i suoi piedini siano vicino alle tue cosce e la sua testa sul tuo seno. 

È particolarmente importante che il tuo bambino rimanga in contatto con te o con qualunque cosa su cui tu sia sdraiata mentre trova la sua posizione. Per questo, potrebbe essere utile piegare le ginocchia.

 

- La posizione a culla

Siediti su una sedia con i braccioli oppure su un letto provvisti di molti cuscini, appoggiando i piedi su di uno sgabello o un'altra superficie rialzata così da evitare di piegarti sul bambino.

Sistema il piccolo in grembo (o su un cuscino in grembo) sdraiato sul suo fianco, in modo che viso, pancia e ginocchia siano rivolti verso di te. Infine, fai passare il suo braccino sotto il tuo.

Se stai allattando con il seno destro, appoggia la sua testa nell'incavo del braccio destro, estendendo l'avambraccio e per sostenergli collo e schiena. Assicurare le sue ginocchia contro il tuo corpo, appoggiandole appena sotto il seno sinistro. Il corpo del piccolo dovrebbe essere in posizione orizzontale o comunque inclinata.

 

- La posizione dell’abbraccio trasversale

Questa posizione differisce dalla precedente in quanto non si sostiene la testa del bambino con l’incavo del braccio ma utilizzando la mano sinistra. 

Se stai allattando con il seno destro, usa l’avambraccio destro per sorreggere il corpo del bambino e la mano sinistra, con le dita dietro la testa e sotto le orecchie, per portare il suo viso al tuo seno.

 

- La posizione a rugby

Posiziona il bambino sdraiato a pancia in su vicino al tuo fianco, in modo da farlo passare sotto il tuo braccio. Il capezzolo dovrebbe trovarsi alla stessa altezza del naso mentre i suoi piedini puntano verso la tua schiena.

Appoggia il braccio su un cuscino in grembo o accanto a te, mentre con una mano sostieni le spalle, il collo e la testa del bambino. Una volta che si è attaccato al seno, usa l'avambraccio per sostenere la parte superiore della sua schiena.

 

- La posizione sdraiata di lato

Questa posizione prevede che tu ti sdrai sul fianco, parallelamente al bambino, offrendogli il seno e sorreggendogli la testa con il braccio libero (quello che punta al soffitto) oppure utilizzando il braccio a contatto con il letto/divano come appoggio. Se il bambino ha bisogno di essere più alto e più vicino al tuo seno, posiziona un piccolo cuscino o una copertina piegata sotto la sua testa: la cosa più importante è che non debba compiere sforzi per raggiungere il capezzolo.

 

Articoli che ti potrebbero piacere

Immagine
advice allaiter mini
MATERNITA

Allattamento

Allattamento al seno vs biberon: guida a una scelta serena

Immagine
advice nourrir allaiter mini
MATERNITA

Allattamento

5 miti da sfatare sull’allattamento al seno