Notti in bianco: 5 consigli di sopravvivenza per mammeMagg. 2019

Chi è mamma lo sa già e chi sta per diventarlo sa cosa aspettarsi. Tra poppate notturne, coliche o ansia da separazione, chi diventa mamma raramente passa otto ore filate dormendo. Eppure è molto importante imparare a gestire questo delicato momento: dormire a abbastanza e ritagliarsi dei momenti per riposare è fondamentale per riuscire ad affrontare con il giusto spirito (e adeguata energia) la giornata successiva.

 

La carenza di sonno, infatti, non va mai sottovalutata: il rischio è quello di sentirsi sfinite, nervose e poco reattive ai bisogni del neonato. Insomma, fermo restando che le ore di sonno diminuiranno considerevolmente, andiamo a scoprire qualche piccola regola che ci farà sopravvivere ai primi anni di vita del nostro bebè.

 

Regola n°1 - Riposa quando puoi

Non è strettamente necessario dormire di notte, l'importante è riuscire a riposare e a rilassarsi adeguatamente. Quando, di giorno, il tuo bimbo o la tua bimba sta dormendo, non affaccendarti in casa ma sdraiati e ricarica le energie: anche qualora tu non riesca ad appisolarti, l'importante è che tu riesca a rilassarti. Assumi una posizione comoda e lasciati andare: i piatti da lavare e la lavatrice possono aspettare.

 

2. Regola n° 2 - Impara a delegare

I piatti da lavare e le lavatrici che abbiamo nominato poco fa servono per introdurre la seconda – fondamentale – regola per sopravvivere alle notti in bianco: non fare tutto da sola. Fatti aiutare e, se non sei abituata a delegare, è arrivato il momento di imparare. Che sia il tuo compagno, tua suocera, tua mamma o la tua migliore amica, se la casa è in disordine e fai fatica a stare in piedi per la stanchezza, il modo migliore per risolvere il problema è tendere una mano. I compiti, inoltre, vanno divisi anche con il papà: durante la bella stagione, per esempio, puoi chiedere al tuo compagno di portare a spasso il piccolo, cosicché tu possa dedicarti per qualche tempo esclusivamente a te stessa: che sia per leggere un libro, farti una doccia rilassante o anche fissare il soffitto, è importante che ogni mamma possa passare del tempo da sola.

 

3. Regola n° 3 - Posiziona il lettino di fianco al tuo letto

Almeno all'inizio, soprattutto quando sei alle prese con le poppate notturne, posiziona la culla del tuo bimbo di fianco al letto. Non doversi alzare per andare da lui è un grande aiuto a rendere poppate e momenti consolatori molto più facili e fluidi. E, una volta calmato e nutrito il bebè, tornare a dormire sarà molto più semplice.

 

Regola n° 4 - Mangia in modo corretto

L'alimentazione aiuta, sempre. Soprattutto a cena, cerca di non appesantirti e prediligi cibi leggeri ma dall'alto profilo nutirizionale: opta per cereali integrali, legumi, frutta e verdura. Senza avere pesi sullo stomaco, la sera riuscirai ad addormentarti molto più facilmente. Inoltre, aggiungi allatua dieta energizzanti e ricchi di sostanze benefiche, che faranno bene a voi e, se allattate, al vostro bimbo: noci, mandorle e semi in generale sono un vero e proprio regalo della natura, approfittane.

 

Regola n°5 - Fai un po' di movimento

Può sembrare un controsenso fare attività fisica quando si è stanche, e invece c'è un interessante rovescio della medaglia. Se sei stanca, probabilmente sei di cattivo umore, e se sei di cattivo umore potresti essere nervosa e non riuscire ad addormentarti quando finalmente il piccolo dorme. Fare attività fisica, di qualsiasi tipo, aiuta l'organismo a rilasciare endorfine, l'ormone del buonumore.

 

E, per concludere, non abbatterti e non perdete la speranza. I primi anni possono essere duri ma, il sorriso del tuo bambino è il premio a tutti i tuoi sforzi.

 

 
Vota l’articolo

Invia

LEGGI ANCHE: