BLOG MUSTELA

08.02.18

Le meraviglie del girasole sull'atopia

Attenzione!!Le ultime scoperte scientifiche hanno messo alla luce nuove importanti informazioni per i bambini affetti da dermatite atopica. Questa problematica della pelle, alimentata da così tanti fattori diversi e scatenanti, presenta un susseguirsi di fasi di apparente miglioramento e di momenti di riacutizzazione, per i quali a volte è necessario ricorrere all’uso dei corticosteroidi. 

Come faccio a sapere se il mio bambino sarà affetto da dermatite atopica?

22.12.17

Impetigine: cause e rimedi

L'impetigine è un'infezione cutanea superficiale molto comune nei bambini tra i 2 e i 5 anni, ma che può interessare qualsiasi età. E' provocata generalmente da Staphylococcus aureus e da Streptococcus pyogenes (Streptococco beta-emolitico di gruppo A). 

Scopriamo di più su questa infezione cutanea..

07.12.17

Metodi anti stress per mamme tuttofare

Quando aspetti un bambino, uno dei primi commenti che ricevi riguarda il fatto che la tua vita verrà ben presto messa sottosopra. Ma noi sappiamo che alla gente piace spaventare i futuri genitori con profezie catastrofiche del futuro e non diamo troppo peso alle loro parole, perchè alla fine ogni situazione è diversa e ciò che è successo agli altri non è detto che debba succedere a noi.In questo caso però, la previsione non è molto distante dalla realtà. 

Come affrontare lo stress dopo un bambino?

22.11.17

Problemi di pelle dei neonati: quali sono i più frequenti

La pelle del neonato, soprattutto del prematuro, è sottile e delicata e caratterizzata da un aumentato assorbimento percutaneo, di conseguenza è importante applicare prodotti adatti per evitare fenomeni tossici legati al passaggio in circolo, attraverso una barriera epidermica immatura, di sostanze applicate sulla cute. Inoltre essa è più suscettibile a irritazioni e lesioni rispetto a quella dell'adulto, ma anche ad infezioni cutanee, poichè il sistema immunitario è ancora immaturo.  

L'articolo della Dottoressa Iria Neri..

27.10.17

Psoriasi in gravidanza: cosa fare

La psoriasi è una patologia ad andamento cronico-recidivante che interessa il 2-3% della popolazione, senza differenze nella prevalenza tra maschi e femmine. Si manifesta con placche squamose sulla pelle e sul cuoio capelluto e talvolta con alterazioni ungueali, e viene ormai considerata una malattia sistemica per il coinvolgimento extracutaneo (tipico quello articolare) e l'aumentato rischio di comorbidità (uveite, malattie intestinali croniche, obesità, sindrome metabolica, aumentato rischio cardiovascolare). 

Alcuni utili consigli dai nostri esperti!

Pages