Lo sviluppo sensoriale attraverso la musica

Lo sviluppo sensoriale attraverso la musica - Mustela

LO SVILUPPO SENSORIALE ATTRAVERSO LA MUSICA

Bambini e musica: una vera storia d'amore… Ancora prima di nascere i bambini sono sensibili ai suoni che li raggiungono. Fin da piccoli e nel corso della crescita, la musica è per loro molto piacevole ed un modo per lo sviluppo sensoriale. Scopri i benefici del mondo della musica sul tuo bambino! 

Lo sviluppo dell'udito nel pancione

Il bambino sente suoni e musica ancora prima di nascere, l'udito è infatti il senso più  sviluppato nel bambino mentre è ancora nel pancione. Dalla 16esima settimana di gravidanza i bambini rispondono ai suoni che riescono a raggiungerli, dalla 30esima settimana il loro orecchio è completamente formato. Preferiscono le frequenze basse come il battito del cuore, la voce del papà o il rumore delle onde sulla spiaggia: se appoggi la mano sulla tua pancia sentirai il bambino muoversi lentamente come se fosse cullato da questi suoni confortanti. Al contrario, suoni forti e improvvisi potrebbero far sobbalzare il bambino. Anche la musica ha già effetto su di lui, quando ascolti qualcosa il suo battito cardiaco cambia ed inizia a muoversi. Sembra che i bambini preferiscano melodie dolci ed in particolare il suono del pianoforte: prova per esempio con i Notturni di Chopin o un Preludio di Bach!

L'orecchio musicale del neonato

Fin dalla nascita il tuo bambino sarà molto sensibile alla musica. Se hai ascoltato più volte una canzone durante la gravidanza, fagliela sentire ancora: la riconoscerà e mostrerà particolare interesse. Questa canzone lo aiuterà anche quando avrà difficoltà ad addormentarsi o in caso di pianti continui: l'effetto confortevole di un suono familiare è calmante per molti bambini dato che gli ricorda emozioni positive che hanno provato prima della nascita, facendoli così sentire sicuri. Fin da subito al tuo bambino potrebbe piacere sentirti cantare: anche se non sei una brava cantante, per lui la tua voce sarà sempre la migliore! Filastrocche e ninna nanna stimolano la sua capacità di ascolto, la sua concentrazione, il suo senso artistico e l'apprendimento del linguaggio. La musica diviene così una chiave fondamentale per l'apprendimento e lo sviluppo emozionale tra di voi. 

Il tuo bambino è un vero musicista

L'interesse del bambino per la musica aumenta man mano che cresce. Dai quattro ai sei mesi puoi regalargli dei sonagli con campanelle e maracas che agiterà (più o meno) a ritmo per divertirsi a suonarle. Più avanti apprezzerà molto i libri illustrati con suoni, giochi e bottoni che emettono musica se premuti. Quando il bambino riuscirà a stare seduto senza aiuto potrà divertirsi con piccoli strumenti musicali sempre più complessi: inizia con un tamburello, le maracas o una tastiera semplice da utilizzare, per poi passare all'armonica, alla chitarra o allo xilofono. In ogni caso ameranno giocare coi suoni e riprodurli! Questi strumenti saranno un'opportunità per raffinare le funzioni motorie, l'orecchio e la musicalità. Se al tuo bambino questi giochi musicali piacciono davvero tanto prendi i considerazione di iscriverlo a lezioni di musica per i più piccoli. Sono corsi disponibili per bambini che abbiano almeno un anno e offrono varie attività collegate alla musica: canto, ballo, giochi vocali, riconoscere e sperimentare gli strumenti, lavori con le rime etc. Ideale per futuri musicisti!

DÉCOUVREZ NOS PRODUITS

CONSIGLI

  • Osteopatia per i più piccoli

    Gli adulti conoscono bene i benefici dell'osteopatia, anche per i bambini è ideale.

  • Prendersi cura della sua pelle

    Fino ai 3 anni di età la pelle del bambino è fragile e immatura: si difende con difficoltà dagli attacchi esterni (freddo, vento, sole, aria secca...)