Dai versetti alle prime parole: la nascita del linguaggio

Dai versetti alle prime parole: la nascita del linguaggio - Mustela

La nascita del linguaggio

Alla nascita il tuo bambino non sa ancora parlare ma comunica già: con sguardi, posture, espressioni facciali e pianti, egli esprime i suoi sentimenti e interagisce con voi. In questa fase, il suo potenziale è illimitato: naturalmente predisposto ad acquisire un linguaggio articolato: è in grado di imparare qualsiasi lingua e pronunciare tutti i suoni. Ancora più sorprendente, può anche distinguere diverse lingue in funzione della loro melodia. A poco a poco, le sue capacità si ridurranno per concentrarsi sull’apprendimento della sua lingua madre.
 
Dal primo sguardo alla prima frase, le tue interazioni con il bambino sono fondamentali per condurlo sulla via della lingua: sei tu che dai senso ai suoni che emette, e tu ancora che gli trasmetti la voglia di ripeterli per il piacere di vederti reagire e rispondere alle sue richieste. Sin dai suoi primi giorni, è essenziale parlare con il bambino, per quanto possibile e di chiacchiere con lui:offrendogli un ambiente di sostegno, gli darai tutte le possibilità di progredire rapidamente e senza intoppi.
 
L’acquisizione del linguaggio avviene a un ritmo molto diverso a seconda del bambino: alcuni pronunceranno già diverse parole a un anno, mentre altri si esprimeranno ancora in un gergo incomprensibile a due anni. Rispetta quindi l’evoluzione del tuo bambino! Stimolatelo e incoraggiatelo, ma non fategli pressioni: più forte saranno le tue aspettative, più il bambino rischia di chiudersi in un atteggiamento di rifiuto.

TRA 0 E 1 MESE: LA NASCITA DELLA COMUNICAZIONE

Toggle view

TRA 2 E 6 MESI: UNA PIOGGIA DI BALBETTII

Toggle view

TRA 6 E 9 MESI: LE SILLABE RIPETUTE

Toggle view

TRA 9 A 12 MESI: ECCO LE PRIME PAROLE!

Toggle view

TRA 15 E 18 MESI: VOGLIA DI IMPARARE

Toggle view

TRA 18 E 24 MESI: L’ESPLOSIONE DEL VOCABOLARIO

Toggle view

VERSO I TRE ANNI: PARLO COME UN GRANDE

Toggle view

DÉCOUVREZ NOS PRODUITS

CONSIGLI

  • Lo sviluppo motorio del tuo bambino

    Durante il suo primo anno, il bambino crescerà ad un ritmo straordinario: sdraiato, seduto, e poi a quattro zampe e poi in piedi, presto farà i suoi primi passi!

  • Prendersi cura della sua pelle

    Fino ai 3 anni di età la pelle del bambino è fragile e immatura: si difende con difficoltà dagli attacchi esterni (freddo, vento, sole, aria secca...)