I pericoli del sole

I pericoli del sole - Mustela

Il sole è vita e a tutti noi piace approfittarne perché influisce positivamente sul nostro umore. Inoltre, l’irraggiamento solare partecipa alla sintesi della vitamina D, essenziale per conservare una buona salute. Ma non bisogna abusarne... Bastano solo pochi minuti al giorno per godere dei suoi benefici. In caso di sovraesposizione, infatti, i raggi ultravioletti possono avere conseguenze negative gravi, immediate e future: scottature, aumento dei nei, invecchiamento della pelle, cancro della pelle... Per quanto riguarda i bambini, occorre ricordare che sono particolarmente vulnerabili rispetto ai danni dei raggi UV perché la loro pelle è ancora immatura. Impara a conoscere i pericoli del sole per proteggere adeguatamente il tuo bambino!

 

 

I raggi UV

Il sole emette una serie di radiazioni luminose che raggiungono la Terra: i raggi ultravioletti (UV), la luce visibile all’occhio umano e i raggi infrarossi. I raggi UV rappresentano solo una piccola parte di tutta l’energia solare che arriva fino a noi, ma il loro impatto sulla pelle è notevole. Gli ultravioletti si suddividono in diverse categorie in base alla loro lunghezza d'onda:
  • I raggi UVA, con lunghezze d'onda maggiori, permettono un’abbronzatura rapida, ma sono anche responsabili dell'invecchiamento cutaneo e delle rughe perché penetrano in profondità nei tessuti e li danneggiano.
  • I raggi UVB, con lunghezze d’onda medie, provocano un’abbronzatura lenta, ma causano scottature, invecchiamento cutaneo, tumori della pelle e hanno effetti estremamente pericolosi sull'organismo.
  • I raggi UVC, con lunghezze d’onda corte, sono in assoluto i più dannosi. Fortunatamente, questi raggi non riescono a raggiungere la superficie della Terra perché vengono assorbiti dall’atmosfera.

La pelle del bambino al sole

La pelle di un adulto è in grado di difendersi dalle aggressioni del sole, a condizione che non vi si esponga eccessivamente. Alla fotoprotezione naturale partecipano infatti gli strati superficiali della pelle, la melanina e i meccanismi di riparazione cellulare. Nei neonati e nei bambini piccoli però questi meccanismi di difesa non sono ancora maturi, il che li rende particolarmente vulnerabili:
  • La pelle dei bambini è più sottile e più sensibile.
  • La funzione protettiva della barriera cutanea non ha ancora raggiunto il massimo della sua efficienza e gli ultravioletti riescono a penetrarla più facilmente.
  • Il sistema immunitario dei bambini è immaturo e non riesce a difendere la loro pelle dalle aggressioni dei raggi UV.
  • Il sistema pigmentario dei bambini, incaricato di proteggere la loro pelle, è ancora poco sviluppato.
  • La pelle dei bambini dispone di un potenziale cellulare unico ma fragile, che è fondamentale proteggere per la sua salute futura.
  • Infine, la sudorazione dei bimbi è ancora scarsa e ciò il rende più sensibili agli sbalzi di temperatura, ai colpi di calore e alla disidratazione.

I danni provocati dal sole

Le scottature, immediate e dolorose, non sono l’unica conseguenza dell’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti. Con il passare degli anni, l'esposizione prolungata e le ripetute scottature causano un invecchiamento precoce della pelle, indeboliscono il sistema immunitario e, in alcuni casi, favoriscono la comparsa di alcune forme di cancro della pelle e di cataratta che può portare alla cecità.
Inoltre, le aggressioni del sole durante l’infanzia danneggiano irrimediabilmente le difese cutanee: la pelle accumula radicali liberi tossici, la sua capacità riparatrice diminuisce e i danni a livello cellulare diventano irreparabili. Una pelle indebolita dalle scottature, soprattutto prima dei 10 anni, rimarrà vulnerabile per sempre.
È quindi fondamentale limitare al massimo l’esposizione al sole del tuo bambino e proteggere al meglio la sua pelle usando prodotti con fattore di protezione elevato (SPF 50+), specificamente formulati per i bambini e adatti al suo tipo di pelle. Proteggendo il bambino dal sole contribuirai a ridurre in modo significativo il rischio che sviluppi un cancro della pelle in età adulta.
 
Per ulteriori informazioni su come proteggere il bambino dal sole, leggi la nostra scheda di consigli.

DÉCOUVREZ NOS PRODUITS

CONSIGLI

  • Sole e la pelle del tuo bambino - Dossier

    Il sole emette delle radiazioni che penetrano nella pelle. Essenziali per la nostra buona salute, questi raggi possono però anche causare danni al corpo.

  • Proteggere il bambino dal sole

    Fino a 3 anni il sistema di difesa cutanea dei bambini è ancora immaturo e questa caratteristica della loro pelle li rende estremamente vulnerabili.